Perché

Una volta, il Live Space di Messenger era una terra di tutti, come quei campi dei latifondi che di tanto in tanto venivano occupati dai braccianti affamati e poi svuotati dai campieri. Qualcuno scriveva i propri pensieri, le proprie idee, poi se andavi qualche parola fuori dal seminato i passanti incuriositi occupavano lo Space con commenti lapidari che generavano il più delle volte delle incomprensioni enormi. Per questo, le uniche due volte che ho scritto sul mio sono state in occasione di una partita tra amici e per la morte di un collega.

Questo spazio oggi lo voglio dedicare a tutti gli articoli che produrrò e non troveranno spazio sulle testate vere. Lo faccio per me, per non dimenticarmi come si scrive, per ricordarmi che esiste altro a parte lo sport il basket e il calcio, anche per sforzarmi a fare qualche ragionamento che vada oltre “cosa faccio stasera”. Per questo “thoughts in progress”, vorrei progredire e per questo devo scrivere e impegnarmi, senza finire a fare il lettore passivo e inutile. Se qualcuno mai mi leggerà, buon divertimento 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...