Lo sliding doors tra Ragusa, Capo e Barcellona

Ieri, in una giornata da sliding doors, è terminata la serie della finale scudetto di basket femminile ed è iniziato il primo turno dei play-off per la promozione in Serie A maschile. Si sono incrociati tre destini: la Passalacqua Ragusa ha chiuso in lacrime una stagione da record che l’ha portata a un passo dal titolo nazionale, benché abbia esordito nella massima serie femminile appena sette mesi fa; l’Upea Capo d’Orlando e la Sigma Barcellona hanno iniziato l’ennesimo derby del Tirreno che vale la qualificazione per la semifinale di DNA Gold. Continua a leggere Lo sliding doors tra Ragusa, Capo e Barcellona

Annunci

Marco Portannese, orgoglio ed emblema siciliano

Sarebbe facile parlare, dopo l’ultima sfida mozzafiato tra Orlandina e Barcellona, della prestazione di Keddric Mays, l’americano della formazione di Capo d’Orlando che a 7′ dalla fine ha deciso che doveva spaccare il mondo e… c’è riuscito, portando a casa i due punti e una rimonta dal -14 al +12. Al PalaFantozzi, però, uno tra i giocatori più acclamati e tra i più incisivi nel secondo e quarto periodo è stato Marco Portannese, agrigentino di nascita, senese di formazione, orlandino d’adozione. Continua a leggere Marco Portannese, orgoglio ed emblema siciliano

Basket in carrozzina, un esordio con i fiocchi

Una festa: è questa l’unica parola che può essere accostata all’esordio del Cus Cus Catania basket in Serie B di pallacanestro in carrozzina. Il gruppo su due ruote allenato da Ilenia Bulla e spinto da Elide La Scala ha disputato oggi la prima partita della sua storia, perdendo contro il Lupiae Team, ma conquistando i 150 spettatori accorsi al PalaArcidiacono. Tutti soddisfatti: si gioca, ci si diverte, si cresce contro un’avversaria reduce dai play-off per la Serie A2. E Catania fa un passo avanti nella via per uscire dalla crisi del movimento. Continua a leggere Basket in carrozzina, un esordio con i fiocchi

Al PalaCatania per legare il passato al presente

«Vorrei che il pubblico cominciasse a capire che meritiamo anche delle presenze in numero maggiore». Fabio Ferlito, un paio di settimane fa in tv, ha lanciato il suo appello affinché il trasferimento dell’Olympia a Catania e il ritorno della Serie A2 femminile sui parquet etnei non sia utile solo per occupare i sabati del centinaio di appassionati di basket che non va a seguire un’altra squadra locale.

Continua a leggere Al PalaCatania per legare il passato al presente

La crisi sotto il fondotinta

A fine giugno sembrava che fosse arrivata la svolta del basket a Catania. Ok, forse “svolta” è una parola esagerata, ma la rete di accordi che sottende alla Lega del Mediterraneo avrebbe portato un’attenzione mediatica maggiore sulla prima squadra femminile (l’Olympia iscritta all’A2) e sicuramente a un impegno più ramificato nel settore giovanile. Vertice alto, base larga, cioè il vecchio ritornello del successo nello sport: una buona squadra che faccia da faro per tanti giovani che puntino a migliorarsi per farne parte. Continua a leggere La crisi sotto il fondotinta

Ricerca storica oltre i confini

Avendo più tempo libero, ieri mattina sono tornato in biblioteca per continuare la ricerca storica che ha portato alla pubblicazione di Tutto il Catania minuto per minutoIl libro d’oro del basket catanese. C’è sempre qualcosa di “nuovo” da trovare nel passato, un articolo sfuggito o anche delle annate non abbastanza approfondite. Peccato che negli ultimi anni è diventato sempre più difficile accedere alle fonti.
Continua a leggere Ricerca storica oltre i confini

Il basket etneo compie ottant’anni

Tutto inizia in via Plebiscito, nel Reclusorio della Purità: dodici studenti si conoscono lì e si organizzano per giocare a “palla al cesto”. Antonino Sapienza e i suoi amici approfittano del grande cortile interno per praticare uno sport di squadra alternativo al calcio e in poco tempo coinvolgono ragazzi più giovani, universitari e anche un gruppo di atlete. Il 22 gennaio di ottant’anni fa, il quotidiano locale dà la notizia: è così che la pallacanestro è arrivata nella provincia di Catania, espandendosi presto anche a Giarre, Acireale e in altri centri. Continua a leggere Il basket etneo compie ottant’anni