Ad Maiora, il lavoro paga, la finale il premio meritato

L’Ad Maiora è la prima finalista dell’Under-16 femminile. Le ragusane hanno superato l’Alma Patti e aspettano di sapere oggi come andrà il ritorno tra Verga Palermo e Virtus Eirene Ragusa (all’andata 46-57).

«Sono soddisfatto – afferma l’allenatore dell’Ad Maiora, Aldo Leggio – per il miglioramento mostrato da tutte le ragazze in questi anni di duro lavoro. Al centro del progetto Ad Maiora sta il miglioramento di ogni singola giocatrice, mettendo in secondo piano il risultato dei singoli incontri». Le ragusane hanno vinto il Girone Sud eliminatorio, superando negli scontri diretti le cugine della Virtus Eirene. Questo il roster delle arancionero: Vitale, Mazza, St. Sammartino, Amarù, Barone, Cannata, Parrino, Sa. Sammartino, Schembari, Fazio, Dimartino, Caruso, Fuad, Firrito e Chisari.

Invece le biancoverdi, vivaio della squadra di A1, non sanno ancora il loro destino e hanno 11 punti da difendere nella sfida a Palermo. «È stata una partita equilibrata e combattuta – prende la parola Gianni Recupido –, ora non sarà facile, ma andremo per fare la partita, gestendo il passaggio del turno negli ultimi minuti». Stroscio, Baglieri, Procopio, Rimi, Savatteri, Lucifora, Chessari, Caracciolo, Ricciardi, Criscione, Cinzotto, Antoci fanno parte della squadra. «Sarà dura – prosegue il coach – anche perché siamo stati 40 giorni fermi, l’ufficio gare avrebbe dovuto pensarci perché ora giochiamo quasi ogni giorno per 10 giorni».

La vincente della finale farà la finale interzona, la seconda dovrà spareggiare contro la qualificata dalla Calabria.

499º articolo per “La Sicilia”, p. 27

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...