Capo d’Orlando serata di gala con grande exploit sull’Olimpia Milano

Capo d’Orlando-Milano 78-71

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Basile 3, Ilievski 5, Laquintana 6, Perl, Nicevic 6, Boatright 20, Jasaitis 13, Munastra ne, Bowers 13, Oriakhi 8, Nankivil 4. All.: Di Carlo.

EA7 Olimpia Milano: McLean 8, Gentile 4, Cerella, Kalnietis 14, Macvan 8, Pena ne, Magro ne, Vecerina ne, Sanders 17, Jenkins 6, Simon 8, Batista 6. All.: Repesa.

Arbitri: Mazzoni, Bettini e Weidmann.

Parziali: 20-15, 40-38, 56-62.

Capo d’Orlando si esalta in una serata di gala in cui batte la capolista Milano ben oltre quanto non dica il punteggio. L’evento dell’anno registra un PalaFantozzi esaurito e la sfida registra tanti errori al tiro, tanti falli e ha premiato la squadra che ha fatto confluire tutte le energie nell’ultimo periodo, quando ha dominato in difesa e al rimbalzo: il 22-9 ha ribaltato 10 punti di svantaggio che sembravano irrecuperabili.

Oriakhi rompe il ghiaccio dopo due minuti, Bowers dà emozioni: due sue stoppate propiziano la tripla di Ilievski (5-3). Jasaitis imita il macedone, segue il tap in di Bowers. Milano prende fiducia e sfida la difesa Orlandina, ma è ancora troppo imprecisa, mentre Capo d’Orlando difende e non ha paura (18-13).

La tripla di Laquintana segna il +8, le schiacciate di Bowers e Jenkins esaltano il pubblico (29-20). L’attacco di Milano gira meglio della difesa: 2+1 di Batista e tiro da sotto di Macvan (37-36). Mentre un opaco Gentile esce per un problema alla mano, Boatright super marcato tira la granata (40-36).

Kalnietis, un fattore più da assitman, gli risponde con due triple (45-44). Di Carlo dà tanta fiducia (ben ripagata) a Laquintana, ma Milano completa la rimonta con una schiacciata di Jenkins (52-54).

Milano fa meno errori e le triple di Jenkins e Sanders sembrano chiudere i giochi (58-68). Jasaitis e Bowers però non ci stanno dall’arco e costringono Repesa al time out, Bowers e Boatright impattano (68-68). Oriakhi non molla un rimbalzo, Jasaitis sorpassa con un arresto e tiro e allunga con una tripla, Bowers strappa la palla agli avversari, Boatright ruba e s’invola solo a schiacciare: è l’apoteosi.

 da La Sicilia, p. 49

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...