Mineo ha di nuovo il suo impianto coperto

Pochissimi lo ricordano, ma il 7 luglio 1991 la Polisportiva Mineo-Catania di Salvo Curella vinse lo scudetto Under-15 femminile Uisp. La squadra, che avrebbe fatto da serbatoio per la Costa Catania (una delle società che vanta i risultati migliori nella provincia etnea), non giocava in casa ormai da sei anni. Mineo aveva anche vissuto un discreto periodo nella maschile, tra Serie D e Promozione, sempre con Curella alfiere in campo e fuori, fino a pochi anni prima. Ma la società chiedeva ospitalità a Vizzini, Caltagirone o Catania per giocare in casa.

Il 25 luglio scorso, dunque 30 anni dopo l’addio dell’ormai defunta Polisportiva alla sua madrepatria, è stata inaugurata la Struttura Geodetica di contrada Nunziata: fondo in PVC, impianto ampio e con tribuna, alla cerimonia d’apertura hanno partecipato in tanti ed è stata anche disputata un’amichevole tra vecchie glorie, con vari protagonisti della maschile e della femminile.

La struttura è l’ultimo tassello degli impianti sportivi costruiti dal Comune con il finanziamento del Ministero degli interni e del Pon Sicurezza per lo sviluppo 2011. Sono durati quattro anni i lavori, ora il basket potrebbe ritornare nella cittadina menenina. «Ci auguriamo che la struttura possa ospitare eventi importanti e di prestigio» ha commentato Curella, oggi consigliere federale regionale. Non c’è bisogno di puntare a tanto, basterebbe già aprire a quelle società del circondario che negli ultimi anni hanno dovuto giocare all’aperto o in trasferta. La mente va subito alla Fortitudo Palagonia, che ha dovuto vivere la sua prima stagione in Serie D in “esilio” al Leonardo da Vinci di Catania e ora ha rinunciato alla categoria, ma ha un settore giovanile dinamico e non aspetta altro che poter giocare al chiuso. Anche l’Invictus, l’altra società palagonese che si sta distinguendo per i risultati tra i giovani, potrebbe usufruirne: solo 15 chilometri la separano da Mineo. Allargando lo sguardo agli altri comuni del calatino, il bacino interessato sarebbe quantomeno ampio.

La politica locale gongola, ma ammonisce: il basket non sarà di certo il solo sport che ambirà ad avere spazio all’interno della Struttura Geodetica, che sarà gestita dall’A.S.D. Mineo. «Siamo felici di riconsegnare alla città – ha affermato il sindaco Anna Aloisi – una struttura che contribuirà a favorire lo sport e le attività ludico ricreative. Tra l’altro finalmente il carnevale menenino, troppe volte interrotto per le intemperie, potrà svolgersi in una struttura coperta ». « L’occasione ci consente di ritornare a fare sport a 360 gradi. La polivalenza della struttura – allarga il discorso l’assessore allo Sport Salvo Tamburello – permetterà di dare spazio a più appassionati e soprattutto diventerà un polo ricreativo per la città di Mineo”.

Chi gestirà la struttura sportiva è l’Asd Mineo (società che ha disputato la terza categoria calcistica e potrebbe anche aprire ad altri sport) che insieme all’amministrazione comunale ha organizzato l’inaugurazione. “Salutiamo con favore l’apertura di questa struttura – afferma il presidente della polisportiva locale Franco Sivillica – e faremo in modo che sia sfruttata al massimo dagli atleti». Intanto pallavolo, tennis e calcio a 5 bussano già alla porta dell’impianto. Il basket non può rimanere in tribuna, trent’anni sono abbastanza per una cittadina che si è dovuta accontentare di campi all’aperto o comunque lontani dal fasti della Serie D e della Serie C femminile.

da La Sicilia, p. 34

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...