Il Cus Catania torna sul podio siciliano più alto

Cus Catania-Ragusa 57-45

Cus Catania 2003: Dinicola 14, Arena 12, Chisari 11, Sgroi 9, Pennisi 9, Leonardi 2, D’Agostino, Giardina. All.: Malagò.

Multifidi BC Ragusa: Vacirca 2, Cataldi 20, Schininà 2, Scalone 7, Barracca 4, Occhipinti 2, A. Gebbia 8, Iurato, Vitale, Arezzi, L. Gebbia ne, Cappuzzello ne. All. Trovato.

Arbitri: L. Paternicò e L. Attard.

Parziali: 20-17, 17-12; 15-7, 5-9.

 

Il Cus Catania torna la migliore squadra siciliana U19 a distanza di due anni, sfruttando il collettivo compatto e andando oltre i propri limiti. Il limite aveva un nome ben preciso: Ragusa. La squadra di Sergio Trovato era stata l’unica a battere i cussini, andata e ritorno in stagione regolare, ma non s’è ripetuta nella partita più importante, quella che valeva il titolo regionale.

«Questo primo posto – afferma Paolo Dinicola, protagonista alle finali di Caltanissetta – è la testimonianza che stiamo lavorando bene, con sacrificio e con la concentrazione giusta.

Entravamo in queste Final Four da sfavoriti, ma la cosa più bella è ribaltare i pronostici. Abbiamo espresso un ottimo basket, a mio parere, soprattutto a livello difensivo ma non dobbiamo fermarci qui perché il sogno continua!»

Il sogno è il concentramento interregionale del Trofeo Mario Delle Cave, a cui i Malagò-boys hanno accesso contro l’Aurora Jesi (prima delle Marche), la Pallacanestro Novellara (seconda dell’Emilia) e la vincente dello spareggio tra una lombarda e una trentina. Ragusa invece dovrà passare dallo spareggio di Catanzaro contro la perdente della finale pugliese tra Taranto e Brindisi. «Andremo al concentramento in Campania dal 13 al 15 aprile a testa bassa e proveremo a giocare al limite delle nostre capacità», sono le parole di coach Malagò.

La strada per la finale è stata appassionante: prima lo spareggio Cus-FP Messina (84-61), poi le semifinali Cus-Agrigento (69-54) e Ragusa-Orlandina (57-55, con i paladini che erano campioni uscenti) e infine la partita più inattesa e più dolce per gli etnei.

da La Sicilia, p. 17

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...