Riccardo Cantone e il progetto giovanile della Fortitudo Agrigento

La Fortitudo Agrigento inizia bene il campionato Under-17 d’Eccellenza. L’83-42 conquistato in casa del Leonardo da Vinci Palermo inquadra le potenzialità del gruppo allenato da Riccardo Cantone, che detiene il titolo regionale di categoria.

«Il fatto di essere campioni in carica – ha spiegato in settimana il coach etneo a “La Sicilia” – è l‘ultima cosa che ci interessa. Vogliamo creare giocatori che possano andare in prima squadra. Partecipiamo con i 1998-‘99 all’Under-17 d’Eccellenza: è la nostra annata, abbiamo inserito Luca Savoca, pensiamo che possa essere un campionato importante. Non siamo abituati a sottovalutare nessuno».

Anche l’Under-15 d’Eccellenza ha iniziato, perdendo di cinque punticini in casa dei campioni in carica dell’Orlandina. «Giochiamo con i 2000. Sappiamo che la Pegaso Ragusa è più avanti delle altre squadre e che sarà durissimo fare l’Eccellenza, saranno tutte partite combattute e magari perderemo anche di tanto. Ma vogliamo che sia un campionato competitivo e formativo per il gruppo, magari facendo il campionato regionale avremmo vinto magari il girone, ma non ci interessa: vogliamo avere degli ostacoli che creino delle tappe di formazione-crescita».

Il progetto che sta portando avanti Cantone ad Agrigento da tre anni proseguirà per un altro biennio. «Ora vogliamo portare avanti il sistema di sinergie con le scuole e ampliare il settore giovanile e far crescere i nostri istruttori per passare dalla quantità alla qualità. Il risultato più importante – prosegue l’ex allenatore di Canicattì, Catania e Trapani – è aver consolidato un settore giovanile che ora conta più di 100 ragazzi che fanno pallacanestro agonistica. Agrigento è una piccola città e in un momento storico in cui si fa fatica a fare attività è un risultato importante. Anche avere molti ragazzi convocati nelle selezioni regionali e alcuni elementi che sono sulla strada per diventare dei giocatori senior di livello sono due spunti che testimoniano il lavoro svolto».

In estate, Cesare Zugno ha raggiunto il fratello Ruben. «La partenza di Cesare Zugno per Cantù ci inorgoglisce perché una società storica ha trovato importante prenderlo e significa che il settore giovanile lavora in un certo modo. In passato, ho allenato anche il fratello Ruben e anche il padre Giuseppe!»

Infine, il gruppo istruttori sta crescendo con il progetto. «Facciamo otto campionati giovanili, solo l’U17 come Basket Empedocle. L’Under-19 A è allenata da Luigi Dicensi, assistente Giuseppe Ferlisi; l’Under-19 B e l’U17/Ecc. da me con Piero Mariano; l’U17 regionale da Ferlisi, assistente Calogero Vetro; l’U15/Ecc. da Ferlisi, assistente Vittorio Ghelfi; l’U15 regionale da Ghelfi, assistente Ghelin Averna; l’U14 da me e Ghelfi, l’U13 da Dicensi e Averna. Il gruppo d’istruttori è coeso e segue la stessa metodologia: ciò può portare solo risultati».

da RealBasket Sicilia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...