Progetto DiveActive: non solo formazione

CATANIA – I diversamente abili sono i protagonisti di una serie di giornate di aggregazione sociale e di sport dopo il corso nell’ambito del progetto DiveActive: domenica si è svolto al PalaArcidiacono il torneo omonimo con quattro formazioni di basket in carrozzina, Cus Cus Catania, I Ragazzi di Panormus, A Ruota Libera Castelvetrano e Kleos Reggio Calabria.

“Si tratta di un progetto – spiega Carmelo Barcella, esperto sportivo a tutto tondo, ora cestista del Cus Cus – che prende avvio da un corso che io e altri 12 ragazzi diversamente abili abbiamo seguito. Al termine, abbiamo conseguito la qualifica di operatori turistici guide subacquee, ci siamo costituiti in cooperativa e stiamo avviando una start up turistica, con contatti già avviati con il Regno Unito. Il quadrangolare è uno degli eventi organizzati a conclusione del corso”.

Questa esperienza di formazione e di lavoro dà una possibilità in più ai 13 ragazzi impegnati, secondo lo slogan “Esperienze, abilità diverse e qualità di vita”. Finanziato dal Fse 2007-2013 della Regione siciliana, avviso 1/2011, il progetto DiveActive è stato ideato da Studio Intersviluppo e ha come associazione capofila la Life (con i partner Nikes cooperativa sociale e Isis Politecnico del mare Duca degli Abruzzi).

Il trofeo è stato il terzo di cinque eventi organizzati a conclusione del corso: si proseguirà a Riposto il 26 ottobre con un torneo di tennistavolo e il 12 dicembre con un torneo polisportivo, probabilmente in piazza, per tirare le conclusioni del progetto.

“Il progetto terminerà a fine gennaio 2015 – afferma Lorenzo Mari, direttore del progetto –, e nella fase di diffusione dei risultati, quella che si è avviata a settembre, abbiamo inteso dare evidenza di come lo sport e la cultura siano dei mezzi di integrazione eccezionali. In particolare attraverso lo sport si rende evidente l’essenza stessa del progetto DiveActive, che è fare in modo che la qualità di vita dei soggetti diversamente abili non abbia nulla da invidiare a quella dei soggetti normodotati”.

dal Quotidiano di Sicilia, p. 23

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...