Priolo dopo 35 anni ricomincia da zero affidandosi a Bianca

Con l’avvicinarsi dei campionati (che inizieranno il 5 ottobre), sono poche squadre a dover occupare dei vuoti. Come Milazzo, che affronterà la Serie C senza l’annunciato pivot Hamidu Rahman e potrebbe firmare Tomas Caula, play-guardia del ’92, l’anno scorso a San Filippo del Mela. Acireale tiene ufficialmente Mirko Maric, talentuosa guardia croata del ’96 che finora ha dato ottimi riscontri, ma ha rilasciato il play Cipri (giunto in prova) e risolto l’accordo con Ciman.

Alle spalle della formazione acese c’è sempre il CUS Catania, che affronta la Serie C2. «Allena Rubens Malagò – conferma Gaetano Russo, tornato a tempo pieno a dedicarsi all’Under-13 e alla supervisione tecnica del CUS –. Al roster si è aggregato Marcello Giarrusso, guardia del ’94 ex Trapani, Ragusa e Canicattì, stiamo valutando chi altro inserire. Il settore giovanile è stato poi rilanciato, dagli Under-15 in giù, con il rinnovato impegno di Valeria Puglisi. Continuiamo la C2 a fare solo per i nostri giovani». Licata s’è radunato, ma ancora ha poche certezze: alle riconferme di La Marca e Falanga s’è aggiunto l’ingaggio della guardia Antongiulio Zambito, classe ’94, reduce dalla C1 a Porto Empedocle. Si allenano in gruppo (ma ancora sono in forse) anche Pozzo, Abela e l’ex Aci Bonaccorsi Antronaco.

Nella femminile, è l’ex Rainbow Andrea Bianca il nuovo allenatore della Trogylos Priolo, sarà coadiuvato da Susanna Bonfiglio come consulente. Per ora il gruppo che si allena è quello che l’anno scorso ha partecipato al torneo misto Under-19/17, ma ci sono anche Antonella Terranella, Virginia Quadarella e Elisée Muabana Mbombo, giocatrice congolese già nella Nazionale giovanile del suo Paese. «Ripartiamo da 35 anni fa – afferma Santino Coppa, che rimane sempre alle spalle del progetto –: siamo andati dalla “culla” al tetto d’Europa e siamo tornati. L’obiettivo è sempre di rimetterci dove sia più consono al nostro blasone. Partiamo con i piedi di piombo, facendo passi lunghi quanto la gamba, ma il nostro è un progetto a fisarmonica: potrebbero arrivare anche due straniere». Intanto, insieme al fratello Luigi e al figlio Salvo, l’ex allenatore della Trogylos prosegue nella creazione della sua Coppa’s Accademy Basket, un ambizioso progetto d’eccellenza giovanile.

Infine, l’Ad Maiora Ragusa, seconda squadra iblea, farà la Serie C con le ex Cestistica Bruna Battaglia, Lara Schembari, Chiara Guastella, Claudia Licitra e Arianna Ragusa e i migliori prodotti dell’ottimo settore giovanile. «Il nostro progetto è fatto di ragusane per la ragusanità – spiega coach Aldo Leggio –. Vogliamo lanciare le nostre giovani: sarà dura in un campionato così bene attrezzato».

da La Sicilia, p. 46

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...