Marco Evangelisti un vero Sicilytrotter tra i giovani agrigentini «Li aiuterò a crescere»

Si potrebbe definire un Sicilytrotter, Marco Evangelisti. Originario di Montevarchi, la guardia-ala 30enne ha girato la Sicilia come i più famosi Harlem Globetrotters hanno girato il globo terreste. Sempre in terza serie, ha vestito le maglie di Ribera-Palermo, poi Barcellona e Trapani (con promozione in Legadue), e ora Agrigento, per la prima volta in Serie A2. Da avversario ha anche affrontato gli agrigentini in maglia granata, risultando sempre decisivo (mise a referto 26 punti il 17 gennaio 2010, vittoria dei trapanesi per 83-79).

«È stata un’emozione incredibile tornare al PalaIlio» afferma Evangelisti, dopo la prima amichevole stagionale della sua Fortitudo, vittoriosa in trasferta anche grazie ai suoi 20 punti. «Trapani per me e la mia famiglia è una seconda casa: si sono comportati benissimo con noi, siamo stati bene e torniamo ogni estate in vacanza. Mi ha fatto piacere che abbiamo vinto e abbiamo dato una bella impressione e speriamo di continuare su questa via che ci porterà più avanti possibile».

La preparazione prosegue a buon ritmo, l’avvicinamento all’esordio in seconda serie dista meno di un mese. «Ci stiamo allenando nel migliore dei modi – spiega la guardia –, con la massima intensità per cercare di arrivare pronti per l’inizio del campionato. Con coach Franco Ciani e con i miei compagni mi sto trovando benissimo. Siamo una squadra giovane, con molti ragazzi esordienti: dobbiamo sopperire a questa mancanza d’esperienza con altre armi. Così darò il mio contributo in esperienza e qualità».

Sarà fondamentale: Evangelisti è uno dei migliori specialisti al tiro dalla media e lunga distanza (a Torino, lo scorso anno in DNA Gold, ha chiuso con 10,3 punti di media, il 45% da due e il 41% da tre), ma è anche un elemento che può far da leader in un gruppo largamente rinnovato. «Non ho mai giocato con i miei attuali compagni – ammette – ma, a parte gli americani Williams e Dudzinski, conosco bene o male tutti, e so quali siano le loro caratteristiche, da Saccaggi, a Piazza, a Chiarastella: è un bel gruppo. Saccaggi poi è toscano come me».

Venerdì si è svolta la presentazione alla città, al PalaMoncada di Porto Empedocle. «Dopo il risultato dell’anno scorso c’è tanto entusiasmo. C’è un bel clima di festa e noi siamo pronti a presentarci a una città che la Serie A non l’ha mai fatta e che spero sia pronta per farlo. È il sesto anno che gioco in Sicilia, sono stati gli anni in cui mi sono trovato meglio dal punto di vista umano. Quando ho avuto l’opportunità di venire qui sapevo di venire una terra che accoglie sempre bene le persone e in cui si sta bene. Mi auguro che sia una bella annata ricca di soddisfazioni».

E Marco, il Sicilytrotter, ad Agrigento potrebbe aprire un nuovo ciclo…

da La Sicilia, p. 42

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...