Europarlamento a favore del prolungamento e del potenziamento della Garanzia giovani

STRASBURGO (Francia) – “Dei progressi sono stati compiuti, però rimangono una serie di sfide: il rafforzamento dei centri per l’impiego, la riforma dell’istruzione e la necessità di arrivare ai giovani inattivi”. La Garanzia giovani è stata così analizzata da Andor László, il commissario europeo uscente per l’Occupazione, davanti al nuovo Europarlamento. Mentre il politico socialista annunciava il recente via libera della Commissione alle iniziative presentate dall’Italia (e quindi all’impegno dei fondi), i nuovi deputati hanno rilanciato chiedendo “misure più efficaci”.

È vero che a un anno dal varo del piano ancora è presto per trarre conclusioni, ma è anche evidente che di fronte a oltre 5,3 milioni di Under-25 disoccupati (dati da cui parte la risoluzione non legislativa presentata a Strasburgo) c’è bisogno di un’azione ancor più incisiva per risollevare le sorti dell’occupazione continentale. Considerando inoltre i ritardi e i primi intoppi che si sono verificati in Sicilia (“Dobbiamo fare in modo che a partire da questi problemi si costruisca uno strumento che rimane efficiente ed efficace tempo”, spiegava proprio al QdS il ministro Giuliano Poletti, in visita a Catania pochi giorni fa) e le richieste dal territorio (serve una misura strutturale per limitare la disoccupazione, non di un piano una tantum), le proposte degli eurodeputati sono su più fronti.

“I sei miliardi di euro – si afferma nel testo – destinati all’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile non sono sufficienti per contrastare durevolmente la disoccupazione dei giovani”. Si richiedono più fondi da stanziare (e più a lungo), ma anche più monitoraggio per garantire standard minimi UE su qualità dei tirocini, livelli salariali e accesso ai servizi per l’impiego.

La maggior parte dei punti sono riservati comunque ai governi nazionali e non alla Commissione: i controlli dovrebbero essere estesi anche per aumentare la qualità dei posti di lavoro, con particolare attenzione alla stabilità, alla sicurezza e alle norme fondamentali sull’occupazione. Lo snellimento della burocrazia (con la riduzione degli oneri amministrativi e l’introduzione di politiche fiscali che agevolino gli investimenti), inoltre, dovrebbe aiutare soprattutto i lavoratori autonomi, le microimprese e le piccole e medie imprese.

Finora sono solo giusti presupposti in embrione: come risoluzione non legislativa, il testo potrà essere preso in considerazione dalla Commissione che poi dovrà legiferare in merito. La strada è dunque ancora lunga per rafforzare la Garanzia giovani.  

STRASBURGO (Francia) – Abbandono scolastico, apprendistato e insegnamento delle materie scientifiche sono i passi che gli eurodeputati indicano a Commissione e Stati membri per riformare l’istruzione. Garanzia giovani, infatti, è una delle possibili misure per lottare contro la disoccupazione della generazione nata negli anni ottanta e novanta, ma è necessario contrastare alcune tra le cause principali del fenomeno.

Le misure aggiuntive proposte includono anche strategie globali per i Neet (disoccupati che non studiano) e che potrebbero essere finanziate anche dai programmi Erasmus+ e dal Fondo sociale europeo (il principale strumento per sostenere l’occupazione, aiutare i cittadini a trovare posti di lavoro migliori e assicurare opportunità lavorative più eque per tutti).

Altri aspetti sono l’acquisizione di competenze nelle tecnologie dell’informazione (e nello studio di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), di capacità di leadership, del pensiero critico e le lingue, anche attraverso lo studio all’estero.

dal Quotidiano di Sicilia, p. 17

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...