DNA Gold – Lo spettacolo del derby del Tirreno: esaurito il PalaFantozzi

Capo d’Orlando (Me), 4 feb. – Domani dalle 20:30 la Sicilia del basket avrà gli occhi puntati sulPalaFantozzi di Capo d’Orlando. Il derby del Tirreno tra la vicecapolista di DNA Gold, l’Orlandina Basket, e la ritrovata candidata per il salto di categoria Sigma Barcellona, è l’evento clu di un mercoledì cestistico imperdibile. Il fortino paladino è totalmente esaurito: sono stati venduti gli oltre 3.500 tagliandi agli appassionati provenienti dai tre angoli dell’Isola, che non saranno impauriti neppure dalla frana che ha chiuso la SS 113 a tenere lontani i tifosi (a proposito, si accede in città tramite l’uscita dell’A20 di Rocca di Caprileone).

Che ci si creda o no, questo derby non ha una tradizione di lunga data. Le due società attuali sono di costituzione relativamente recente (e lo dimostrano i numeri di matricola, rispettivamente 50.009 e 51.519); si rifanno all’Orlandina Basket storica, rifondata nel 1978 (ma una squadra precedente ha infatti disputato la Coppa Italia 1971-’72), e alla Cestistica Barcellona, fondata nel 1976.

Come precedenti si ricordano i confronti del 1981-1982 e del 1983-1984. Nel 1981 i giallorossi vinsero laSerie D e raggiunsero i cugini in Serie C2. Curiosamente, la prima stagione si concluse con Trapani secondo, Barcellona terza e Orlandina quarta: le prime due fecero il salto di categoria, ma la Cestistica retrocesse subito. Chiuse quell’epoca l’80-72 in favore dell’Orlandina, datato 1° aprile 1984: al termine della stagione i paladini finirono secondi e vennero promossi, i barcellonesi rimasero ottavi. A quei tempi i campioni di Capo d’Orlando si chiamavano Ditella, Iannello e Brogna; di Barcellona Pozzo di Gotto erano Lucifero, Vento e Perdichizzi.

Poi le strade delle due squadre in campionati ufficiali non s’incrociarono più per 28 anni. Dei derby più recenti il ricordo è fresco: i due confronti in Coppa Italia di settembre 2012 (due vittorie dei giallorossi per 92-96 in trasferta e 84-76 in casa) e i due in Legadue (la spettacolare diretta tv della vittoria dei barcellonesi per 89-77 e l’inattesa prima vittoria dei biancazzurri per 93-84). Quest’anno il PalaAlberti è stato violato per la prima volta dai paladini per 84-79.

Oggi i nomi caldi sono quelli di Marco Calvani, il terzo coach stagionale scelto dal presidente Immacolato Bonina per riprendere il filo con l’inseguimento al primo posto e quindi alla Serie A, e a Gianmarco Pozzecco, ormai istituzione paladina e spinta di una squadra che si sta superando e parteciperà alle Final Six di Coppa Italia. In campo lo spettacolo lo assicureranno le sfide tra Mays e CollinsArchie e Young, Nicevic e Di Giuliomaria, oltre alla qualità di Basile, Soragna, Maresca e Filloy.

Chi non potrà seguire di presenza la partita avrà a disposizione il webcasting su LNP Live, la diretta suRadio Italia 60 sulle frequenze 101.80 – 106.70 (e in streaming) e la diretta live su Facebook (dal profilo dell’Orlandina e del Barcellona), Twitter (Orlandina e Barcellona) e Instagram (Orlandina e Barcellona). Questa massiccia presenza sulle reti sociali testimonia anche l’avanzamento delle due società: il marketing e l’immagine sono uno strumento per crescere e radicarsi sempre di più sul territorio.

da RealBasket Sicilia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...