Rifiuti ovunque nelle piazzole di sosta della Strada Statale 284 Occidentale Etnea

ADRANO (CT) – Qualcuno lo può definire il far west della provincia di Catania, ma l’area che va tra Paternò e Randazzo è molto popolosa e non merita di certo una strada tanto pericolosa e abbandonata come la SS 284, l’occidentale etnea.

occidentaleetnea

Questi 45 chilometri, che congiungono il lato nordovest al lato sudovest dell’Etna, sono gestiti dall’Anas: due corsie che scorrono abbastanza velocemente tra Paternò e Adrano, ma che poi s’inerpicano costeggiando il Simeto fino a Bronte e infine a Randazzo.

Nel tratto nei pressi di Biancavilla e Santa Maria di Licodia, malgrado la presenza di uno spartitraffico che dovrebbe rendere il tratto più sicuro, è evidente la presenza di rifiuti in ogni piazzola di sosta: mini discariche che raccolgono dagli pneumatici alle carcasse di animali finiti sotto le ruote delle macchine di passaggio. Il degrado, che per la mole di materiale presente dura chiaramente da anni, rischia di inquinare anche le ricche campagne circostanti e di riportare d’attualità l’emergenza rifiuti.

dal Quotidiano di Sicilia, p. 11

RIFIUTI SULLE STRADE :PULISCANO I COMUNI

CATANIA – Con riferimento all’articolo apparso sul QdS di giovedi 9, intitolato Rifiuti ovunque sulle piazzole di sosta della strada statale 284 Occidentale Etnea, l’Anas ci informa che la situazione di degrado in cui versano le piazzole di sosta è stata più volte segnalata ai Comuni attraversati dall’arteria viaria al fine di dare avvio alle procedure per la loro rimozione.

“È opportuno, infatti, segnalare che – spiega Giuseppe Scanni, direttore Relazioni esterne e Rapporti istituzionali di Anas Spa – anche se la strada interessata rientra nelle competenze gestionali dell’Anas per ciò che riguarda la manutenzione, l’art 198 del d.lgs. 152/2006 (Codice Ambiente) attribuisce espressamente ai Comuni la competenza in merito alla gestione e allo smaltimento dei rifiuti urbani”.

“Corre l’obbligo di precisare – aggiunge il dirigente – che la natura dei rifiuti non riguarda solo carcasse di pneumatici o di animali investiti dalle auto ma, purtroppo, riguarda in gran parte rifiuti solidi urbani abbandonati incivilmente nelle zone limitrofe alla carreggiata stradale piuttosto che negli appositi cassonetti disponibili all’interno delle aree urbane. Questa società provvederà in ogni caso a sollecitare ulteriormente le Amministrazioni Comunali interessate”. (11/01/14)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...