Al PalaCatania per legare il passato al presente

«Vorrei che il pubblico cominciasse a capire che meritiamo anche delle presenze in numero maggiore». Fabio Ferlito, un paio di settimane fa in tv, ha lanciato il suo appello affinché il trasferimento dell’Olympia a Catania e il ritorno della Serie A2 femminile sui parquet etnei non sia utile solo per occupare i sabati del centinaio di appassionati di basket che non va a seguire un’altra squadra locale.



Il video caricato da LaSiciliaWeb
finora ha ottenuto appena 7 visualizzazioni (una mia) e dimostra che la società reggina deve ancora radicarsi e farsi conoscere. Ed è un peccato visti i risultati lusinghieri e le partite avvincenti finora disputate, vinte contro squadroni titolati e dalle aspirazioni ben più ambiziose di una qualificazione alla Poule Promozione. Considerando che in città è proprio la squadra capitanata da Buzzanca la migliore realtà, scoraggia non poco che la media degli spettatori così bassa.

Domani, alle 15:30 al PalaCatania, presenterò Il libro d’oro del basket catanese. Non ho scelto a caso la data e il luogo. Oltre alla disponibilità di Salvo Consoli, il responsabile dell’impianto, la motivazione è voler ricollegare il passato al presente, la palla al cesto al basket. Alla fine della presentazione, i protagonisti di ieri faranno spazio a quelli di oggi, lasciando in dote, però, le loro esperienze. Non ci saranno ricette miracolose, ma chissà che non si riesca a carpire qualche consiglio utile per superare questo difficile periodo.

da Tiri liberi @ Ctzen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...