A1/F – Natoli e Priolo scagionati dalla corte federale

Priolo Gargallo (Sr), 12 dic. – La Corte federale della FIP ha scagionato la Trogylos Priolo e il suo presidente Nicolò Natoli: dopo la sentenza della commissione giudicante nazionale, che aveva penalizzato la società siciliana di un punto e inibito il massimo dirigente per due anni, l’appello ha prodotto l’annullamento delle conseguenze del caso legato al tesseramento di Valentina Fabbri. In breve, il pomo della discordia era la firma al contratto che lega tuttora la pivot romagnola al club biancoverde. Lei sosteneva di aver firmato per un anno e non è più tornata in Sicilia dall’estate 2012; inoltre ha accusato la società di aver falsificato la sua firma e di ritrovarsi blindata da un contratto triennale.

La decisione della Corte federale dà ragione ai siciliani. «Non avevo dubbi sulla vittoria – ha detto a “La Sicilia” l’avvocato Enrico Cassì, che ha seguito il caso – la federazione ha dimostrato che al proprio interno ci sono persone di altissimo profilo professionale e che non si consumasse una vera ingiustizia». Decisiva, a questo punto, è risultata la perizia giurata presentata in appello, che ha dimostrato l’autenticità della firma di Fabbri apposta sul contratto triennale.

«Siamo molto soddisfatti per la sentenza – spiega NatoliRBS – e un grazie va all’avv. Cassì per aver condotto la difesa in un modo eccezionale». Non è detto, comunque, che la vicenda sia chiusa, anche perché la lunga ex Nazionale rimarrà legata alla Trogylos fino al giugno 2014. «Ci potrebbe essere un altro ricorso – prosegue il presidente priolese – ma è la procura federale che può farlo, quindi penso di escluderlo, ma non si sa mai».

Infine, da accusato Natoli potrà diventare anche accusatore, querelando chi ha scagliato le accuse. «Stiamo meditando sul da farsi – conclude -. Sicuramente vaglieremo se ci sono gli estremi per le querele a Fabbri per la calunnia nei miei confronti, infamante e falsa, e anche a due quotidiani nazionali, “La Gazzetta dello sport” e “il Resto del Carlino”, per avere scritto la sentenza nei miei confronti e contro la società che rappresento».

 

da RealBasket Sicilia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...