Paternò si spegne e la PGS Sales vince

Gambino trascinatore dei suoi… L’espulsione di Maurizio Grasso spiana la strada ai padroni di casa… Floresta tutto fare, Caltabiano si sveglia a metà gara…

PGS Sales – Paternò 79-66
PalaGalermo di Catania, 20 ottobre, 17:30
Parziali: 10-20, 23-39 (13-19); 49-52 (26-13), 79-66 (30-14).

PGS Sales Catania: L. Grasso ©, C. Gullotti ne, G. Gullotti 7, Famoso, Colica 6, V. Licciardello, Borzì 10, Caltabiano 17, Grimaldi ne, M. Licciardello 13, Scerra 2, Gambino 24. All.: Condorelli.

Basket Club Paternò: Santangelo, Lo Faro 12, Fiorito 4, Santonocito, Asero 9, Floresta 18, Famà © 14, M. Grasso 9, Buonocore. All.: Castiglione.

Arbitri: Guarrera e Barbagallo. Udc: Gigliuto e Parisi.

Fulvio Gambino tenta di rubar palla ad Andrea Lo Faro (foto R. Quartarone)
Fulvio Gambino tenta di rubar palla ad Andrea Lo Faro (foto R. Quartarone)

In tanti potranno dire che la svolta della gara è stata l’assurda reazione di Maurizio Grasso al fallo chiamato dagli arbitri quando ha recuperato un pallone e, per passarlo, è franato addosso a un avversario. Il pivot ha infatti contestato con veemenza la decisione e dopo il conseguente fallo tecnico sono dovuti intervenire i compagni per trattenerlo. Guarrera e Barbagallo ne hanno decretato l’espulsione e hanno aggiunto al conto anche un tecnico a coach Castiglione. Fulvio Gambino, mvp della gara, ha quindi messo sei liberi su sei e ha spianato la strada alla rimonta e quindi al successo della sua PGS Sales sul B.C. Paternò.

In realtà, dopo il grande avvio dei biancorossi paternesi (trascinati dal tuttofare Ivan Floresta e con Famà e Lo Faro concreti dalla media e lunga distanza), che si portano fino al +20 di inizio terzo quarto (23-43), la truppa ospite si è spenta. Ha perso totalmente lucidità in attacco e la zona che aveva dato tanti problemi ai padroni di casa ha dovuto fare i conti con la vena da tre dei ragazzi di Mario Condorelli. Gambino è stato trascinatore sia da play che da guardia, ma ha avuto anche dalla sua il cugino Caltabiano, che si è svegliato a metà gara ed è diventato imprendibile.

La PGS Sales ha vinto giocandosi le sue carte sul perimetro, trovando anche il jolly con i buoni numeri di Gullotti e Licciardello jr. dalla panchina, mentre Paternò ha pagato la panchina cortissima a disposizione di Castiglione, resa ancor più breve dall’espulsione. Infine, da notare che si è giocato senza cronometro dei 24″: gli ufficiali di campo hanno dovuto usare le palette perché ancora la società non ha adeguato le attrezzature.

da Basket Catanese e RealBasket Sicilia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...