Bus studenti: ormai inesistenti

SIRACUSA – Andare a scuola è un diritto, ma non sempre è garantito. Soprattutto in una provincia come quella di Siracusa, dove il trasporto pubblico si basa su poche corse dell’Ast e qualche treno. Nel capoluogo aretuseo nemmeno a parlarne: se non si vuole ricorrere a una bicicletta o al proprio mezzo a motore, c’è sempre il taxi.

È così che venerdì scorso gli alunni di Priolo che frequentano il liceo classico Tommaso Gargallo sono rimasti a casa. L’autobus che congiungeva il centro del triangolo industriale con Siracusa è stato semplicemente soppresso. Chi non ha un’auto propria, s’arrangi. Chi ha i genitori che lavorano e non possono accompagnare i figli, dovrà trovare soluzioni alternative. O non andare più a scuola.

“La città di Siracusa, priva di servizi di trasporto pubblico, si trova in una condizione non degna di una società civile quale tutti noi riteniamo di appartenere”. Inizia così una lettera inviata dal professor Lorenzo Perrona, insegnante del Gargallo, all’amministrazione comunale di Siracusa.

“Il liceo Gargallo – prosegue Perrona –, fiore all’occhiello della città, collocato in zona periferica, lontano dal centro città, dalla stazione degli autobus e dalla stazione Fs, è il caso più eclatante: non è raggiungibile con mezzi pubblici. E così molte altre scuole”.

Il problema non riguarda ovviamente solo questo istituto, ma molti altri frequentati da studenti fuori sede e anche della città stessa. La risposta delle scuole però non è efficace: “I dirigenti scolastici – scrive l’insegnante – affrontano solo ora il problema (se lo affrontano), come se l’accesso a scuola non fosse elemento essenziale del diritto allo studio. La dirigente del Gargallo afferma di prodigarsi per una navetta dalla stazione Fs al liceo. Sarebbe un’ottima soluzione che potrebbe servire anche altre scuole. Ma quando? Ritengo scorretto il pensiero diffuso a tutti i livelli che il problema se lo deve risolvere la famiglia. Il problema è della scuola e dell’amministrazione locale”.

È anche paradossale il ritorno alla cultura dell’auto propria in un periodo di grande sensibilizzazione per i problemi ambientali e di maggiore diffusione – complice la crisi – di forme di trasporto alternative. E così il professore richiama nella sua lettera anche la settimana della mobilità, passata in sordina (appena sette Comuni isolani hanno aderito, nessuno nel Siracusano) e che la crisi del trasporto pubblico locale non fa che apparire fuori luogo in Sicilia.

Ritardi continui e corse che saltano situazione vergognosa e indecente 

SIRACUSA – Mentre dall’amministrazione comunale siracusana non arrivano né risposte né indicazioni, il Comune di Priolo Gargallo segnala che già da lunedì scorso è attivo il servizio pullman che è a disposizione degli studenti per spostarsi verso il capoluogo provinciale e, quindi, partecipare regolarmente alle lezioni scolastiche.

Il professore del Gargallo non è l’unico a essersi scagliato contro la situazione attuale. A inizio mese anche il consigliere comunale Alfredo Foti (Pd) ha scritto al sindaco Giancarlo Garozzo: “Continuamente – ha affermato – vengono segnalati ritardi, corse saltate, addirittura servizi non effettuati nell’arco delle 12 ore. Si è arrivati all’assurdo: una volta miracolosamente preso l’autobus la mattina, si è costretti per tornare a casa ad organizzare collette improvvisate per raccogliere qualche spiccio e pagarsi un taxi o chiedere gentilmente a qualcuno di buon cuore un passaggio. Una situazione dunque tragicomica se non fosse invece vergognosa e indecente”.

dal Quotidiano di Sicilia, p. 15

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...