Docenti inidonei in protesta

ROMA – Il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza ha incontrato ieri in piazza Montecitorio un gruppo di partecipanti alla protesta dei docenti cosiddetti inidonei. “Ho ascoltato le loro richieste – ha detto il ministro – si tratta di una situazione complessa sulla quale prometto tutto il mio impegno”. La questione dei docenti inidonei (sono circa 3.500 insegnanti che per motivi di salute non possono svolgere il proprio lavoro) è sorta lo scorso anno, alla pubblicazione della L. 135/2012, che all’art. 14 stabiliva che il personale permanentemente inidoneo (ma che poteva svolgere altri compiti) “viene immesso in ruolo su tutti i posti vacanti e disponibili”, mentre quelli con problemi temporanei sarebbero stati inseriti come assistenti amministrativi o tecnici. Ieri un’amministrativa precaria ha tentato di darsi fuoco, perché senza stipendio da giugno. La norma infatti è rimasta inattuata e nelle ultime settimane le commissioni Cultura e Lavoro della Camera si erano espresse per il varo di norme per la “piena valorizzazione professionale del personale”.

dal Quotidiano di Sicilia, p. 18

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...