Visita del capo spirituale murida alla comunità senegalese in Sicilia

CATANIA – La visita di Serigne Mame Mor Mbacke ha toccato anche la Sicilia. Poche settimane fa, la comunità senegalese della Sicilia ha sfilato in un corteo di preghiera per via Etnea a Catania, con delegazioni dai tre angoli dell’Isola e alcune centinaia di fedeli intervenute per incontrare la guida spirituale dei musulmani muridi che sta girando da un mese l’Italia.

Dopo essersi fermato in alcune città del Nord, Mame Mor è venuto in Sicilia per incontrare i migranti che provengono dal suo Paese, per dare sostegno religioso e anche materiale a chi ha lasciato la propria terra per varcare il Mediterraneo. “È venuto per aiutare chi è qui e lavora – spiega uno dei fedeli –, chi ha problemi invece viene riportato in Senegal, così come chi è morto qui, per essere seppellito”.

La comunità dei migranti senegalesi in Sicilia è una tra le più importanti tra quelle africane. Secondo l’Istat, i regolari erano meno di un migliaio (835, per l’esattezza) nel 2011, ma la presenza è sicuramente più consistente in tutta l’Isola.

La confraternita dei musulmani muridi è formata soprattutto dai wolof, un’etnia di cui fa parte anche l’ex presidente senegalese Abdoulaye Wade e che rappresenta poco meno del 45 per cento dei senegalesi. I muridi erano considerati dei rinnovatori dell’islam, danno molto valore alla scienza e al lavoro, si ispirano al sufismo, cioè alla conoscenza diretta di Dio, e si basano sulle tradizioni wolof.

dal Quotidiano di Sicilia, p. 23

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...