Nuovi elenchi commissari concorsi regionali

PALERMO – Oltre due anni dopo la scadenza della presentazione delle candidature, è stata pubblicata la nuova lista da cui attingere per estrarre a sorte i commissari dei concorsi che riguardano le assunzioni nell’amministrazione e negli Enti, nelle aziende e negli istituti regionali. È stata inserita all’interno del terzo supplemento ordinario alla Gurs n. 19 dell’11 maggio, presentata nei tre decreti firmati dell’assessore Caterina Chinnici. Si tratta di una procedura che andrebbe fatta ogni tre anni dall’assessorato alle Autonomie locali e alla funzione pubblica, che raccoglie le candidature e le valuta, per poi mettere a disposizione l’elenco definitivo. L’ultimo elenco ufficiale risale però al 13 febbraio 2007, quando l’assessore Paolo Colianni firmò il decreto pubblicato nella Gurs n. 14: cinque anni or sono.

La Lr 12/1991 prevede che l’iscrizione alle liste sia riservata ai “dipendenti pubblici in servizio o in quiescenza, con qualifiche direttive o dirigenziali, con almeno cinque anni di anzianità nella qualifica, ai magistrati in quiescenza, ai liberi professionisti in possesso di laurea e iscritti ai relativi albi professionali da almeno cinque anni, ai docenti in servizio presso le università degli studi e presso le scuole medie statali di primo e di secondo grado”.

Dopo la candidatura, che andava fatta entro il 1° febbraio 2010, si è proceduto alla valutazione dei titoli e alla suddivisione nelle otto aree tipologiche, divise a loro volta in elenchi regionali e provinciali e in tipologie professionali specifiche. A fronte di un totale di 498 candidati inseriti nell’elenco definitivo, 36 non sono stati ammessi per mancanza dei requisiti e nove per aver presentato l’istanza fuori termine.

Le otto tipologie professionali riguardano le aree di attività amministrativa, professionale, tecnico-culturale, scolastica, educativo-assistenziale, informatica, tutela dell’ambiente e pubblicistica. Il settore in cui si è registrato il maggior numero di candidature è il primo: le sole liste regionali comprendono 303 potenziali commissari per la tipologia giuridico-amministrativa di primo livello, 149 per quella di secondo livello e 10 per la vigilanza urbana di primo e secondo livello.

Non raggiungono invece nemmeno i cinque componenti per ogni commissione previsti dalla stessa legge regionale del 1991 vari ambiti specifici. Non ci sono stati inserimenti nelle liste per la conservazione e il restauro dei Bbcc (ambito tecnico-culturale), all’insegnamento di francese, spagnolo, tedesco, educazione tecnica, educazione fisica e educazione civica (ambito scolastico), per l’area pediatrica (attività educativo-assistenziali) e per la veterinaria (tutela dell’ambiente). Sono due i nomi nella lista per i concorsi che riguardano la cultura musicale, uno nell’insegnamento della steno-dattilografia, due per l’educazione artistica, quattro per la storia dell’arte. L’intera area che riguarda la tipologia professionale d’informatica, infine, comprende soli tre candidati.

dal Quotidiano di Sicilia, p. 3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...