C’è bisogno di giocare, ma a che prezzo?

 Su Basket Catanese e RealBasketSicilia abbiamo dato spazio a un botta e risposta tra un dirigente del Basket Club Valverde e il responsabile regionale dei rilevatori (figure che danno indicazioni sull’omologabilità o meno di un campo). In breve, le regole introdotte nel 2010 impediscono di disputare gare ufficiali nella palestra della scuola media di Valverde, così la piccola società per il secondo anno consecutivo giocherà tutta la stagione giovanile in trasferta, con costi prevedibilmente alti e con l’aggiunta di un contributo da versare per la disputa delle gare in un impianto diverso dal proprio.

Il caso specifico mette in luce il problema di dove si giochi a basket. Nella provincia di Catania ci sono vari palazzetti ampi e pienamente in regola: l’immenso PalaVolcan di Acireale, il PalaCus e il PalaZurria di Catania, il Palasport di Mascalucia… Ma nei piccoli centri si è sempre fatto attività nelle palestre scolastiche. Con l’introduzione delle nuove regole, l’intera zona del Calatino è stata tagliata fuori dall’attività (ricordo una palestra di Grammichele, una specie di scantinato con un piccolo scalino a metà campo, o quella di Scordia, larga ma troppo corta) e alcune squadre senior giocano ormai in altri impianti (lo Zafferana e il Fiumefreddo a Giarre, lo stesso Valverde ad Acireale, ad esempio).

L’attività giovanile rimane immancabilmente legata a un territorio ed è lì che prosegue. C’è bisogno di giocare, se non si lavora con i ragazzi questo sport non avrà un futuro (altro che crisi!) Nel caso specifico, Valverde si trova costretta a girare tutti i campi delle avversarie senza mai vedere il proprio, pagando 40€ di «spostamento gara» ad ogni partita perché la richiesta è stata inoltrata dopo che è stato «consolidato il campionato». È giusto rispettare le regole, altrettanto giusto è che non si giochi in un campo in cui c’è il pericolo di farsi male, ma che bisogno c’è di aumentare a dismisura i costi del campionato per una società che fa attività di base e fa già fatica a trovare i fondi per mantenere una Serie D e la Serie C femminile?

da Tiri liberi @ Ctzen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...