Sicilia, violenza alle donne “in famiglia” Nel 75% dei casi il bruto è il partner

PALERMO – “Non possiamo andare avanti solo con il volontariato: ci vuole un aiuto concreto dagli enti locali, rinforzando la rete esistente e puntando su investimenti per aiutare un settore che si sostiene da sé”. Questo è il succo delle parole di Loredana Piazza, responsabile del Centro Antiviolenza Thamaia di Catania, padrona di casa durante la conferenza stampa di sabato 26 novembre, in cui è stato presentato il Coordinamento regionale dei centri antiviolenza. Le tre realtà siciliane che aderiscono all’Associazione Nazionale Di.Re. hanno commemorato la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne con tre incontri, uno a Palermo, uno a Messina e uno appunto nel capoluogo etneo, presentando contemporaneamente anche i dati degli ultimi dieci anni.

[dal Quotidiano di Sicilia, 7/12/2011, p. 14]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...