Catania ricorda il sacrificio di Serafino Famà

“Serafino Famà ha pagato con la vita la fedeltà ai valori deontologici” esordisce Giovanni Grasso, docente di diritto penale; “Gli avvocati difensori sono le sentinelle della costituzione” prosegue l’avvocato Goffredo D’Antona. Insieme alla famiglia Famà, quest’ultimo ha organizzato, presso l’aula magna della facoltà di giurisprudenza, la commemorazione del 16° anniversario dalla morte dell’avvocato catanese, assassinato per ordine di Giuseppe Di Giacomo del clan Laudani, suo assistito che lo ritenne responsabile della mancata scarcerazione. Sono intervenuti anche il figlio Fabrizio, Bruno Di Marco, Ernesto De Cristofaro, Enrico Trantino e attraverso le carte del processo che è seguito alla sua morte si traccia anche il ritratto di una vittima della mafia definita “Avvocato con la A maiuscola” ma anche “Tanto sincero da risultare brusco”. (QdS, p. 14)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...