“Il siciliano” di Massimo Gamba

È un saggio che si legge come un romanzo, il racconto del percorso di un intellettuale straordinario, della sua vita pubblica ma anche della sua sfera privata, dei dettagli che finora in pochi avevano tentato di portare alla luce con obiettività e con l’unico fine di ricostruire chi fosse. “Il siciliano. Giuseppe Fava antieroe contro la mafia” è un volumetto che in realtà è una sorta di antologia, che ripercorre tutte le tappe principali della sua carriera attraverso brani di articoli d’epoca, atti dei processi e interviste condotte appositamente dall’autore, il giornalista romano Massimo Gamba.

«Non sono un esperto né di Sicilia né di mafia – ha ammesso Gamba durante la presentazione del 7 gennaio – ma questa vicenda mi ha appassionato e ho voluto raccontarla con l’aiuto di tutti quelli che l’hanno vissuta. È la storia di un giornalista che lotta per la libertà d’espressione e per la legalità, due battaglie che dovrebbero andare di pari passo».

Con chiarezza e competenza, l’autore analizza approfonditamente tutta l’opera del giornalista dal momento del suo rientro a Catania nel 1980 al suo assassinio per mano della mafia, dando uno sguardo anche ai lavori che lo hanno fatto diventare un «intellettuale di levatura nazionale ed europea» alla fine degli anni settanta. Non salta mai un passaggio, anzi ritorna sugli argomenti lasciati indietro per evitare che il lettore perda il filo. La lettura ne trae giovamento: è piacevole e il libro finisce in fretta malgrado le 250 pagine.

Questa nuova pubblicazione si aggiunge a un buon numero di lavori precedenti (tutti riportati fedelmente in bibliografia) e apporta qualche novità: la qualità e quantità della documentazione, innanzitutto, ma anche l’importanza di uno sguardo non coinvolto direttamente dalla vicenda. E poi l’attenzione sulla vicenda privata strumentalizzata per screditare il giornalista subito dopo la sua morte, gli approfondimenti sulle persone che gli sono state vicine, nel bene e nel male. È una lettura importante, insomma, che dovrebbe essere consigliata a chi si avvicina al giornalismo per comprendere meglio il “concetto etico” che ha sempre ispirato Pippo Fava.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...