L’Elefantino-Valverde 20-48

Grande Valverde! Almeno per un tempo, si vede finalmente quella squadra che doveva giocarsi la promozione. Soprattutto si vede quello che doveva essere il marchio di fabbrica: la velocità d’azione. Velocità e precisione. La prateria di parquet del PalaZurria non intimorisce il quintetto abituato agli angusti spazi della scuola media Allegra. La squadra si allarga bene, serve ottimamente Santo D’Arrigo e Tony Messina e anche dall’esterno Pietro Annino, Seby Re e Saro Messina trovano gli spazi e i tiri (anche da tre) che servono per correre fino al 2-17. La partita è già finita lì.

L’Elefantino ha tanta sfortuna (non entrano troppi tiri destinati alla retina) e riesce a sbloccarsi solo grazie a due canestri del lungo Davide Bigi (di cui uno da antologia: passaggio che gli piega le mani e finisce nell’anello). I volenterosi ragazzini ancora non hanno l’esperienza necessaria per far di più, gli esperti anziani sono tutti nella giornata no. E così i gemelli Messina fanno vedere che sono tornati in condizione e si sono inseriti, Annino e Re sono micidiali dalla distanza, D’Arrigo dà un gran contributo in difesa. Poi c’è gloria anche per Andrea Musmeci, Guido Costa, Salvo Toscano (molto preciso) e Nicola Saporito, mentre coach Giacomo Corallo può dare qualche minuto in più a Giuseppe Giuffrida, Federico Brischetto (per lui i primi due punti dell’anno chiesti a gran voce dal pubblico) e Marco Aleppo, finora poco utilizzati.

La musica cambia radicalmente nel secondo tempo, quando il vantaggio è abissale e il mordente molto minore. Ci si concede qualche errore in più (eufemismo), in difesa si va meno intensi e L’Elefantino arriva fino a 20 punti. Il pallino del gioco però è sempre in mano ai valverdesi, che possono rallentare il gioco all’inverosimile (nell’ultimo periodo si sono viste quattro azioni d’attacco consecutive – di una ventina di secondi l’una -, con tiro sbagliato e rimbalzo offensivo, finché la difesa non è riuscita finalmente a recuperare). La perla del giorno è l’alley-oop sull’asse Saporito-Costa: l’ala si ferma sulla linea da tre a destra, il pivot da sinistra si fionda a post basso, riceve in volo e segna. Ovviamente non in schiacciata!

Dal PalaZurria, il B.C. Valverde esce con il morale risollevato dopo le recenti débacle (a proposito, inserisco anche il tabellino con la Siciliamo; non c’entra ma può interessare a qualcuno) e ritrova un po’ di gioco. Il test è stato interessante per 20′, concentrati si sono dimostrati i play e calde le mani di chi doveva segnare. Al rimbalzo e in difesa la partita è stata a senso unico. Si è tentato molto il tiro dalla distanza e meno la penetrazione: forse per questo il punteggio non è stato maggiore. Dario Indelicato è rientrato in squadra ieri sera: con lui in campo, la qualità si alzerà ulteriormente. E si potrà riprendere la corsa verso la Serie D…

Hicoichi Aito
(versione “non ho i numeri e uso tante parole”)

Valverde-Siciliamo 75-78
Palestra di Valverde, 20 dicembre, 11:00
Basket Club Valverde: Annino 27, Di Prima 2, Saporito 6, Toscano 2, Musmeci 3, Costa 7, Aleppo ne, D’Arrigo 15, Re 6, Brischetto, Leotta 7.
Siciliamo Ragalna: Mazzaglia 4, Laudani 18, Sava ne, Torcisi, De Masi 11, Corsaro 2, Mazzamuto 12, Lo Presti, Guarnaccia 10, Troia 21.
Arbitri: M. Reina e A. Reina di Adrano.
Parziali: 21-19, 12-14; 19-15, 23-30.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...